PROGETTI FUTURI…

nuovoterminal.jpgMALPENSA E FIUMICINO SI RIFANNO IL LOOK A SUON DI MILIARDI

PRESENTATI NEL CONVEGNO “DUE HUB, UN UNICO OBIETTIVO: FAR CRESCERE IL PAESE” I PROGRAMMI DI CRESCITA DEI 2 SCALI. A MALPENSA ANCHE LA TERZA PISTA E UN NUOVO TERMINAL CENTRALE.

Obiettivo mettere fine al derby Malpensa-Fiumicino e far nascere e crescere il sistema aeroportuale italiano. È stato presentato questa mattina a Villa Madama a Roma il programma di crescita dei due aeroporti in un convegno dal titolo “Due hub, un unico obiettivo: far crescere il Paese”. Adr e Sea, le società di gestione dei due scali, hanno illustrato gli investimenti a breve, medio e lungo termine a Fiumicino e Malpensa.
 
Il presidente di Sea Giuseppe Bonomi ha distinto le peculierità dei due aeroporti, Roma centrato più sul turismo con un bacino d’utenza che comprende tutto il centro-sud d’Italia e l’area mediterranea; Malpensa invece dedicata al traffico essenzialmente business (il 62% del totale nazionale) e rappresenta un bacino di riferimento d’eccellenza per l’Europa, con 5,3 milioni di occupati ed 1,1 milioni di aziende. L’obiettivo è recuperare quote di mercato nel il traffico di lungo raggio, sia per il trasporto passeggeri che merci. Bonomi, con il numero uno di AdR-Aeroporti di Roma, Fabrizio Palenzona, ha presentato al Governo i progetti per gli investimenti infrastrutturali sugli aeroporti di Fiumicino e Malpensa.
 
Per quanto riguarda l’hub romano, il piano di sviluppo in due fasi prevede la realizzazione entro il 2011 del nuovo sistema di smistamento bagagli, in grado di gestirne fino a 12000 l’ora; per il 2012 dovrebbero esser completati sia il nuovo Molo C, con 16 pontili di imbarco più un’area commerciale, ed il nuovo parcheggio multipiano; infine entro il 2013 sarà realizzato il nuovo Terminal A, dedicato ad Alitalia, con 14 pontili di imbarco. La seconda fase riguarda progetti a più lungo termine: per il 2013 dovrebbe essere realizzato il sistema automatico di movimento delle persone; nel 2014 è prevista la realizzazione della quarta pista; e entro il 2020 dovrebbe essere completato il grande progetto della nuova aerostazione nord, in grado di gestire inizialmente 30 milioni di passeggeri per arrivare a 70 milioni a pieno regime.
 
L’ampliamento di Malpensa sarà invece strutturato in tre fasi: una a breve, una entro l’Expo del 2015, e la terza a lungo termine. Già a dicembre di quest’anno è previsto il raccordo di 2700 metri tra le piste esistenti, con ponti che possono ricevere anche aerei come gli A-380; a giugno 2010 sarà ultimata la struttura ricettiva Airport City; per la fine del prossimo anno sarà infine ultimato l’ampliamento del Terminal 1, con 18 nuovi gate per poter gestire 30 milioni di passeggeri. La seconda fase di sviluppo prevede opere come il nuovo Terminal 2 dedicato esclusivamente alle low-cost; l’ampliamento della Cargo City, da completare entro il 2013 con 13 nuovi hangar su una superficie di 200.000 metri quadrati, in grado di gestire 2 milioni di tonnellate di merci all’anno; e la terza pista da completare entro il 2014. Infine i progetti a lungo termine per l’aeroporto milanese comprendono il nuovo polo logistico merci entro il 2017; la costruzione di un nuovo Terminal centrale, tra i due presenti, che porterà la capacità a 70 milioni di passeggeri e la realizzazione di una monorotaia interrata tra i tre terminal.
 
«Sono piani difficili – ha affermato Bonomi – che ci impegniamo solennemente a rispettare. Si parla di oltre 15 miliardi di spesa complessiva, tutti in autofinanziamento». In tutto gli investimenti complessivi ammontano a 5 miliardi di euro entro il 2020, più altri quasi 14 miliardi entro il 2040 negli aeroporti di Fiumicino e Malpensa. In totale nei due aeroporti sono in programma 17 cantieri, senza dimenticare l’attuazione del nuovo modello tariffario che permetterà di generare nuovi ricavi.
 
 
LucaZ
PROGETTI FUTURI…ultima modifica: 2009-10-16T00:03:00+02:00da lucazf68
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento